lavoroprevidenza
lavoroprevidenza
lavoroprevidenza
02/04/2014
Previdenza - prescrizione ratei arretrati - 10 anni anche per i giudizi in corso
La Consulta boccia la norma d´interpretazione autentica di cui all’art. 38, comma 4, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con modificazioni, dall’art. 1, comma 1, della legge 15 luglio 2011, n. 111, nella parte in cui prevede c...


27/11/2013
Gestione Separata Inps: obbligo d´iscrizione per i professionisti dipendenti?
Come è noto, la Gestione Separata dell’INPS è stata istituita dalla legge 335/1995 al fine di garantire copertura previdenziale ai lavoratori autonomi che ne fossero sprovvisti....


25/11/201
Pubblico dipendente, libero professionista, obbligo d´iscrizione alla Gestione Separata Inps
Come è noto, la Gestione Separata dell’INPS è stata istituita dalla legge 335/1995 al fine di garantire copertura previdenziale ai lavoratori autonomi che ne fossero sprovvisti.
...


05/05/2013
L´interesse ad agire nelle cause previdenziali. Analsi di alcune pronunce
Nell´area del diritto previdenziale vige il principio consolidato a livello giurisprudenziale, secondo il quale l’istante può avanzare all’Autorità Giudiziaria domanda generica di ricalcolo di un trattamento pensionistico che si ritiene essere stato calcolato dall’Istituto in modo errato, senza dete...


05/05/2013
L´interesse ad agire nenne cause previdenziali. Analsi di alcune pronunce
Nell´area del diritto previdenziale vige il principio consolidato a livello giurisprudenziale, secondo il quale l’istante può avanzare all’Autorità Giudiziaria domanda generica di ricalcolo di un trattamento pensionistico che si ritiene essere stato calcolato dall’Istituto in modo errato, senza dete...


10/04/2013
IRREGOLARITA’ FORMALE DELLA CARTELLA ESATTORIALE
Le cartelle esattoriali presentano alle volte un’irregolarità formale insanabile per l’impossibilità di individuare le motivazioni dell’addebito contestato e le modalità per proporre opposizione.
...


20/02/2013
Lo sgravio triennale ex lege 448/1998
Lo sgravio triennale ex lege 448/1998
L’art. 3 della legge n. 448/1998 ai commi che interessano dispone nel seguente senso: “5. Per i nuovi assunti negli anni 1999, 2000 e 2001 ad incremento delle unità effettivamente occupate al 31 dicembre 1998, a tutti i datori di lavoro privati ed agli enti pub...


22/01/2013
La ricostituzione della pensione integrativa INPS, INAIl etc...
Le Sezioni Unite della Cassazione con la sentenza n. 7154/2010.
hanno riconosciuto il diritto al calcolo nella pensione integrativa dell’indennità di funzione ex articolo 15 Legge n. 88/1989 e del salario di professionalità/assegno di garanzia/T.E.P.
La Corte di Cassazione ha respinto la tesi del...









   domenica 9 ottobre 2005

IL TENTATIVO OBBLIGATORIO DI CONCILIAZIONE EX ARTT. 409 e ss. C.P.C.

Sezione il Formulario del Lavoro di LavoroPrevidenza.com

IL TENTATIVO OBBLIGATORIO DI CONCILIAZIONE EX ARTT. 409 e ss. C.P.C.








Controversie di lavoro


Tentativo obbligatorio di conciliazione tra lavoratori dipendenti, agenti, collaboratori autonomi (cd. lavoratori parasubordinati) e datori di lavoro privati dinanzi alla Commissione provinciale di conciliazione (organo collegiale permanente istituito presso la Direzione Provinciale del Lavoro che opera secondo un calendario settimanale prefissato);


Tentativo obbligatorio di conciliazione tra lavoratori dipendenti e datori di lavoro pubblici dinanzi ad un collegio di conciliazione costituito dai rappresentanti delle parti e da un funzionario della DPL.


Costituzione dei collegi di conciliazione ed arbitrato, per la definizione delle sanzioni disciplinari su richiesta dei lavoratori dipendenti da datori di lavoro privati.








Informazioni sui contratti collettivi di lavoro e sugli ammortizzatori sociali (cassa integrazione guadagni, contratti di solidarietà, mobilità ecc.)









Conciliazione delle vertenze collettive di lavoro



Qual è il quadro normativo


Artt. 409,410,411 c.p.c. (tentativo obbligatorio di conciliazione settore privato)


Art. 69 bis del D.Lgs 29/1995 (tentativo obbligatorio di conciliazione settore pubblico)


Art. 7 L. 300/1970 (collegi conciliazione e arbitrato settore privato)


Art. 59 bis D.Lgs 29/1993 (collegi conciliazione e arbitrato settore pubblico)


Qual è la procedura


La richiesta di tentativo di conciliazione va presentata in carta libera precisando gli indirizzi delle parti interessate e l’oggetto della controversia.


Per il settore pubblico tale richiesta deve contenere tutte le informazioni previste dalla legge (art. 69 bis comma 3 punti a,b,c,d D.Lgs 29/93); è inoltre obbligatorio inviare copia della richiesta alla controparte e nominare un proprio rappresentante nel costituendo collegio.


Per il settore privato l interessato deve indicare l oggetto della controversia nell istanza ed è consigliabile che la stessa venga trasmessa alla controparte per favorire la definizione della controversia in tempi rapidi.


Quali sono i tempi del procedimento


Per il tentativo di conciliazione, la convocazione avviene entro i termini di legge: 60 giorni per il settore privato e 90 giorni per il settore pubblico.



 
Copyright © 2004 - 2008 lavoroprevidenza.com - Avvertenze legali | Ufficio Stampa | Citazione articoli